Associazione DREAMTIME

Camillo Pace

Camillo Pace

Coach

“Con i ragazzi ci siamo trovati benissimo… sono degli angeli, ecco la definizione migliore. Abbiamo affrontato diversi brani originali scritti da loro e ne abbiamo scritto uno in questi giorni, che verrà presentato nelle due serate finali. Un brano che ha una profondità interiore, su quello che hanno visto i loro occhi, su quello che hanno vissuto e toccato con mano.
E’ molto personale, difficile insomma da definire, ascoltatelo…”

"Apulia" (brano inedito)

Coach: Camillo Pace

Autori: Francesco Simone Batia, Tiziana Sassanelli, Federico Rubin, Samuele Batia, Mariateresa Puglielli

Il vento sfiora la mia pelle, accarezza i tronchi, muove le foglie dense dei nostri racconti, vivo tra le onde di un mare solitario che ha perso il suo tutto, ormai stanco e lontano. 

Percepisco suoni, suoni di una vita intera, passati dondolando accanto a te su un’altalena. 

Vedo i miei anni sfiorire, sola, senza un pezzo di cuore consegnato a chi viaggia aldilà del tempo, in cerca di qualcosa che non ho mai capito. 

Allo sbocciar della nostra primavera hai deciso di camminare nel senso opposto al mio, così il tuo amore ha visto tramontare il sole ed io crollare su un terreno arido. 

Il mio corpo, pesante, perché trasformato in pietra, imprigionando il dolce profumo del tuo calore, quasi morto perché svanito. 

Mi chiusi in un guscio per poi ricoprirlo di sabbia, guardai la luna, di sera, parlarmi del tuo respiro, ascoltai la pienezza della tua voce, indifferente, prima o poi il mio tramonto viaggerà alla ricerca dell’aurora.

C’era un giovane marito che ha sposato la sua terra una moglie troppo vecchia per bastare alla sua vita.

Quella sete di rivalsa lo ha chiamato alla sua guerra nell’azzurro della nebbia ha già trovato un’altra amica.

Il primo giorno da marito, divorziato ed affamato l’ha trascorso con un gatto, anche lui abbandonato.

Se ripensa alla sua donna non ricorda la sua faccia se la immagina diversa, senza gonna e senza pancia.

Se solo fossi qui con me ti farei vedere quanto è bello il mare, quando si infrange nei miei occhi si scatena un temporale.

Dai, scappiamo insieme, tu da solo non andare combattiamo la distanza, ora chiama e dimmi che stai per tornare.

RIT: Cara moglie non so se io ritornerò 

questa nebbia consola la rabbia che ho,

io volevo che tu mi capissi di più

per un’ora d’amore ho venduto il mio cuore.

Ora siamo in tre e io ritorno da te

per amarci lo sai, come non è stato mai

torneremo bambini a rincorrerci ancora

e tenendoci la mano… cominceremo da ora.

La paura di tornare ti ha costretto a rimanere con lo sguardo nella nebbia, solo a lume di candele.

Mia dolce amorosa non sentirti tradita la mia terra è nel cuore ma sei tu la mia vita.

Questa vecchia disperata ti aspetta notte e giorno non so ancora se il mio uomo prima o poi farà ritorno.

Ogni giorno mi mancano gli occhi di mio padre, gli alberi d’ulivo, le orecchiette di mia madre.

Se solo fossi qui con me ti farei vedere quanto è bello il mare, quando si infrange nei miei occhi si scatena un temporale.

Dai, scappiamo insieme, tu da solo non andare combattiamo la distanza, ora chiama e dimmi che stai per tornare.

RIT: Cara moglie non so se io ritornerò

questa nebbia consola la rabbia che ho,

io volevo che tu mi capissi di più

per un’ora d’amore ho venduto il mio cuore.

Ora siamo in tre e io ritorno da te

per amarci lo sai, come non è stato mai

torneremo bambini a rincorrerci ancora

e tenendoci la mano… cominceremo da ora.

Mi chiusi in un guscio per poi ricoprirlo di sabbia, 

guardai la luna, di sera, parlarmi del tuo respiro, 

ascoltai la pienezza della tua voce, indifferente, 

prima o poi il mio tramonto viaggerà alla ricerca dell’aurora.

Francesco Simone Batia

Francesco Simone Batia

Voce / Musicista

Francesco Simone Batìa nasce ad Acquedolci il 2 Agosto 1990.
A 12 anni riceve la sua prima chitarra acustica regalatagli dal padre, il quale gli trasmise la passione per la musica e gli insegnò i primi accordi; da allora fu un legame “fraterno” con la chitarra. 
Nell’ estate 2012 partecipa al festival “Frequenze Sonore in Tour” e vincerà il 1° premio nella categoria cover e il Premio Assoluto del festival imponendosi fra tutti i partecipanti. Parteciperà quindi ad uno dei più importanti festival del sud Italia: Alkantara News, per la 25° edizione e da una giuria presieduta dal maestro Vince Tempera riceverà il Premio della Critica all’unanimità. Francesco inizia a scrivere e comporre le sue prime canzoni che lo vedranno protagonista in diversi concorsi nazionali, fra tutti, il più importante “IL CANTAGIRO”. Nell’edizione 2014 il cantautore siciliano sarà uno dei protagonisti del festival vincendo l’ ambìto PREMIO DELLA CRITICA con il suo brano “L’ Estate”, che tratta di tematiche sociali e del mondo del lavoro. Nel settembre 2015 è chiamato a rappresentare La Sicilia all’ EXPO di Milano con la sua musica e le sue canzoni. All’ attivo ha più di 200 concerti live in giro per i locali e le piazze della sicilia e si esibisce tuttora come solista o con la sua band “BATIA BROTHERS”.

Tiziana Sassanelli

Tiziana Sassanelli

Voce

Salve a tutti, mi chiamo Tiziana e sono una studentessa universitaria di psicologia. 

La musica è sempre stata la mia passione , in particolar modo cantare. Ho studiato canto per 5 anni e attualmente sto facendo un corso di musicoterapia volto ad accorpare le mie più grandi passioni : psicologia e musica. Mi piace tantissimo comporre canzoni che abbiano un significato profondo e che mi rappresentino. Per me cantare è una forma di comunicazione molto forte che mi permette di esprimere le mie emozioni ed anche una forma terapeutica ,attraverso cui si capiscono molte cose di se stessi e degli altri.

Amo l’arte in tutte le sue forme, sono sempre stata una persona molto curiosa e desiderosa di imparare sempre cose nuove. Sono anche piuttosto introversa, di conseguenza l’arte mi aiuta ad esprimere ciò che a parole difficilmente direi.

Federico Rubin

Federico Rubin

Musicista

Mi chiamo Federico Rubin, ho 20 anni e sono nato e cresciuto in provincia di Torino. Attualmente studio Amministrazione Aziendale all’Università degli  Studi di Torino.

Le mie più grandi passioni sono principalmente la musica, infatti suono la chitarra e canto, la fotografia e i viaggi.

Sono tutte passioni che ho sviluppato negli anni fin da quando ero piccolo e spero un giorno di poterle affiancare all’economia in un ambito lavorativo.

Samuele Batia

Samuele Batia

Musicista

Mariateresa Puglielli

Mariateresa Puglielli

Voce

Mi chiamo Mariateresa,vengo da Carapelle, un paese in provincia di Foggia, classe 1999. Diplomata al liceo classico e il mio compito nella vita è quello di entrare nell’anima della gente, cerco di farlo in due modi: studiando psicologia presso l’università degli studi Aldo Moro di Bari, dove mi sono trasferita circa un anno fa, e cantando, cercando di trasmettere a chi mi ascolta non solo la vibrazione della mia voce, ma anche il battito del mio cuore. Coltivo questa passione fin da piccola, ho studiato pianoforte e frequentato lezioni di canto da privatista per 5 anni, ho partecipato a diversi concorsi, esibendomi anche ad altre occasioni con il mio compagno di vita: il mio papà,che suona per passione e per mestiere, lui mi ha insegnato ad amare la musica fin da quando ero in grembo alla mia mamma. Ho iniziato anche gli studi di musicoterapia, per integrare più saperi ed essere un aiuto in più per la gente in difficoltà. Sarei onorata di partecipare a questo viaggio in Puglia, non solo per avere l’occasione di conoscere tutti i posti e i profumi che ancora mi sono ignoti, ma anche per l’altra finalità che ha questo progetto, ossia aiutare a sconfiggere quella brutta malattia che una volta scoperta ti appartiene per sempre, diventa il tuo marchio, e deve diventare la tua forza.  Io canto proprio per questo: dare forza a chi di fronte alla sclerosi multipla non trova più motivo di averne, a maggior ragione quando a vivere quella malattia è una persona a te vicina. L’armonia della musica è della stessa natura della nostra anima, quindi cantiamo e saremo felici due volte…